Ho voglia di scrivere di te nonostante gli occhi stanchi.

Oggi mi son abbandonata nel tuo cuscino

e nel profumo della tua pelle

mentre le mani si stringevano sotto la coperta.

E al risveglio non c’eri più ma t’ho sentito

dal soggiorno suonare il tuo pianoforte.

E credo d’essermi riaddormentata così, ascoltandoti,

confondendo un po’ la realtà col sogno.

Sarà che, come dici tu, sembra tutto inverosimile

quel che c’è tra di noi, è strano per essere vero.

A volte sembrano anni che condividiamo

il divano e le serie TV, i film thriller e i documentari,

il gelato e le fragole, le canzoni e i libri.

Altre volte sembra ieri che t’ho visto uscire

dalla porta della stazione di Vicenza,

m’hai fatto provare paura lanciandomi intesa,

ora provo paura quando ti lancio sicurezza.

La mia testa suona allarmi e il mio cuore impazzisce

quando t’avvicini e quel profumo che tanto criticavo

ora mi fa girare la testa, quando scherzando mi guardi

e aspetti che io sorrida per ridere.

Non credevo sarei arrivata a cercarti per trovarmi,

aspettarti per abbracciarmi, ascoltarti per capirmi;

e non credevo saresti arrivata a mancarmi.

Ho voglia di scrivere e non so nemmeno cosa voglio dirti,

mi son infilata la felpa blu che oggi indossavi tu,

forse per sentirti qui, forse per sentirmi lì.

Andiamo in quel bar del centro insieme?

E siediti sulle mie gambe ancora,

e baciami ancora di fronte alle persone.

Fumiamo un’altra sigaretta insieme?

E suonami ancora quel pianoforte,

e stringimi mentre scherziamo ancora,

e guardami ancora anche quando ci arrabbiamo.

Ordiniamo altro da bere?

E tienimi ancora

e ancora, e ancora.


Elisa.

Damnbabysmile on
Facebook | Tumblr | Instagram


CONDIVIDI LE MIE PAROLE SE TI CI RITROVI.
RITROVIAMOCI INSIEME.

Lascia qui un tuo pensiero.