Smarrita come un iceberg nel cielo.

Stanotte guarderò l’eclissi

consumando una sigaretta dopo l’altra,

mentre consolerò il cielo

e probabilmente

piangerò assieme a lui.

Non è facile vedere

il proprio amore cambiare,

non sembrare più la stessa,

venire coperta,  quasi sembra che qualcosa

di più grande del cielo

possa rapirla

e portarsela via.

Ma c’è qualcosa di più immenso del cielo?

Può qualcosa dare un amore

pari all’amore che il cielo

riserva solo alla sua Luna?

Guarderò l’eclissi

per ammirare la Luna

tornare al cielo,

chiara com’è

tornare tra le braccia

di chi l’ama lo stesso,

nonostante per poco

abbia oscillato fra lui

e un qualche fenomeno

che l’ha illusa di poter esser il Sole.

Ma la luna è la luna,

la luna è profondamente triste

come lo sei te

e io non sono un cielo,

son solo un freddo iceberg

su cui il cielo che cercavi

si è riflesso per tutte le notti in cui

hai deciso di rimanere.


Elisa.



Mi trovi anche su -> I N S T A G R A M

    -> F A C E B O O K

                                 -> T U M B L R 



Lascia qui un tuo pensiero.